RECORDATI: ACQUISIZIONE DEI PRODOTTI TRANSIPEG®, TRANSIPEGLIB® E COLOPEG® IN FRANCIA

By , in PR PR Health on .
Milano, 18 dicembre 2017 – Recordati annuncia l'acquisizione di tre prodotti da Bayer Consumer Health per il mercato francese: Transipeg®, TransipegLib® e Colopeg®. Transipeg® e TransipegLib® sono lassativi a base di macrogol per il trattamento della stitichezza sintomatica negli adulti, e Colopeg® è un prodotto indicato per la pulizia dell'intestino come preparazione alle procedure diagnostiche per via endoscopica. Nell'anno 2016 le vendite dei prodotti in Francia sono state di circa € 10 milioni.“L'acquisizione di Transipeg®, TransipegLib® e Colopeg®, marchi molto noti in Francia, è in linea con la nostra strategia di rafforzare il portafoglio di prodotti in questo mercato”, ha dichiarato Andrea Recordati, Amministratore Delegato e Vice Presidente. “Stiamo progressivamente incrementando la nostra presenza nell'area della gastroenterologia e questa linea di prodotti rappresenta un'ulteriore scelta per medici e pazienti per soddisfare le loro necessità terapeutiche.”Recordati (Reuters RECI.MI, Bloomberg REC IM), fondata nel 1926, è un gruppo farmaceutico internazionale, quotato alla Borsa Italiana (ISIN IT 0003828271), con più di 4.100 dipendenti, che si dedica alla ricerca, allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di prodotti farmaceutici. Ha sede a Milano, e attività operative nei principali paesi europei, in Russia e negli altri paesi del Centro ed Est Europa, in Turchia, Nord Africa, Stati Uniti d'America, Canada, Messico e in alcuni paesi del Sud America. Un'efficiente rete di informatori scientifici del farmaco promuove un'ampia gamma di farmaci innovativi, sia originali sia su licenza, appartenenti a diverse aree terapeutiche compresa un'attività specializzata nelle malattie rare. Recordati si propone come partner di riferimento per l'acquisizione di nuove licenze per i suoi mercati.  Recordati è impegnata nella ricerca e sviluppo di farmaci innovativi e in particolare di terapie per malattie rare.  I ricavi consolidati nel 2016 sono stati pari a € 1.153,9 milioni, l'utile operativo è stato pari a € 327,4 milioni e l'utile netto è stato pari a € 237,4 milioni.Per ulteriori informazioni:Sito Recordati: www.recordati.itInvestor Relations                                                                       Ufficio Stampa                     
Marianne Tatschke                                                                     Studio Noris Morano                                                           
(39)0248787393                                                                          (39)0276004736, (39)0276004745
e-mail: [email protected]                                        e-mail: [email protected]
                                                                                    
Questa comunicazione contiene valutazioni e ipotesi su fatti futuri (“forward-looking statements” nel significato di cui all'U.S. Private Securities Litigation Reform Act del 1995) che riflettono la migliore stima in base a quanto attualmente noto. Tali valutazioni e ipotesi, tuttavia, dipendono anche da numerosi fattori esterni, fuori dal controllo della società, e da avvenimenti incerti, che sono soggetti a numerosi rischi. I risultati futuri potrebbero differire anche sensibilmente da quanto espresso o deducibile da questa comunicazione. Le citazioni e descrizioni di “specialità etiche Recordati”, soggette a prescrizione medica, vengono date solo per informare gli azionisti sull'attività della Società e non hanno alcun intendimento né di promuovere né di consigliare l'uso delle specialità stesse.Attachments:http://www.globenewswire.com/NewsRoom/AttachmentNg/2fdcfae7-fc6c-4d9f-b25b-0d9f19007304
The following two tabs change content below.
Brad Bennett

Brad Bennett

Brad grew up in a small town in northern Iowa. He studied chemistry in college, graduated, and married his wife one month later. They were then blessed with two baby boys within the first four years of marriage. Having babies gave their family a desire to return to the old paths – to nourish their family with traditional, homegrown foods; rid their home of toxic chemicals and petroleum products; and give their boys a chance to know a simple, sustainable way of life. They are currently building a homestead from scratch on two little acres in central Texas. There’s a lot to be done to become somewhat self-sufficient, but they are debt-free and get to spend their days living this simple, good life together with their five young children.
%d bloggers like this: